capelli-anni-90

Capelli anni ’90: ecco i tagli e i look che hanno fatto la storia

Gli anni ’90 sono un decennio che suscita molta nostalgia, tanto che alcune delle sue peculiarità sono ricomparse anche recentemente nel mondo della moda e dello stile, dalle scarpe con piattaforma, alle collane dette “choker”. Sono molti gli elementi che hanno caratterizzato quegli anni: dal punto di vista del look, i capelli anni ‘90 comprendono tagli e pettinature che sono rimaste impresse nell’immaginario di intere generazioni mentre, musicalmente parlando, quel decennio verrà sempre ricordato per la nascita del grunge, a cui si contrapponeva sulla scena pop, il boom di boy band e gruppi come le Spice Girls. Non dimentichiamo poi che anche la televisione ha contribuito a contrassegnare quest’epoca, basti pensare a show come Friends, X-Files e I segreti di Twin Peaks.

In quest’articolo ci soffermeremo su un tratto distintivo di questo decennio: ecco le pettinature e i tagli inconfondibili che hanno caratterizzato i capelli anni ’90.

Capelli anni ’90: i tagli corti

Il corto, anzi cortissimo, è stato lo stile adottato da tantissime icone di quell’epoca, sia femminili che maschili. Non si può certo dimenticare il pixie cut biondo e liscio di Gwyneth Paltrow nel film Sliding Doors; oppure quello più rock e spettinato della cantante Natalie Imbruglia. Inconfondibile anche il corto alla maschietto di Winona Rider.

Sul fronte maschile, invece, i tagli corti anni ’90 sono caratterizzati da capelli corti ai lati e leggermente più lunghi nella parte superiore della testa. Oppure da look più morbidi e spettinati come il taglio “a libro” dell’allora giovanissimo Leonardo Di Caprio, con capelli corti ai lati e più lunghi e sbarazzini in alto, ma suddivisi in modo regolare da una riga centrale ben marcata.

Capelli anni ’90: i tagli medi

Indimenticabile, tra i tagli medi, il caschetto biondo con ciuffo laterale e punte all’insù di Meg Ryan nel film C’è posta per te, oppure i caschetti lisci con riga in mezzo portati da migliaia di ragazze in quel periodo.

Un’altra pettinatura iconica degli anni ’90 è quella di Jennifer Aniston, la Rachel di Friends, caratterizzata da un taglio alla lunghezza delle spalle e una sapiente scalatura con schiariture invidiate da milioni di donne. Col trascorrere degli anni e delle stagioni televisive, poi, il taglio si è evoluto diventando ancora più lungo e sfilato dal mento in giù.

Capelli anni ’90: i tagli lunghi 

Negli anni Novanta i capelli lunghi venivano portati di solito naturali, lisci oppure mossi, spesso con frange vaporose, raccolti in codine, treccine, o piccoli chignon fissati sul capo con elastici in evidenza. Le acconciature di Madonna in questo periodo, ad esempio, rispecchiano tali tendenze, basti pensare all’inconfondibile coda di cavallo molto alta con boccoli morbidi o ai capelli mossi e lasciati sciolti sulle spalle in modo sensuale.

Uno dei trend più caratteristici di questo periodo, però, sono i capelli del look grunge, caratteristici della scena rock e in particolare di icone come Kurt Cobain dei Nirvana, Eddie Vedder dei Pearl Jam e Courtney Love delle Hole. Lunghi e arruffati: i capelli erano un simbolo di ribellione che ha conquistato migliaia di ragazzi e ragazze e contraddistinto l’intero decennio.

Probabilmente questo viaggio tra i look e i capelli anni ’90 avrà fatto fare a molti un tuffo nostalgico nel passato. Se volete lasciare da parte il passato e pensare invece al futuro, vi suggeriamo di non perdere il nostro approfondimento sulle tendenze capelli per l’autunno 2018.

25 settembre 2018 Categories: Vivi le tue passioni
share TWEET PIN IT SHARE share share

Entra nella nostra community per ricevere
offerte e consigli per prenderti cura dei tuoi capelli!