acconciature-afro

5 acconciature afro: il trick perfetto per i capelli ricci indomabili

Riccissimi, densissimi e voluminosi: talvolta i capelli afro possono essere un po’ complicati da gestire, a causa della loro struttura e della loro tendenza ad essere crespi e fragili. Da secoli, però, le popolazioni africane hanno sviluppato diversi modi per domare questa chioma ribelle e molti di questi hairstyle – alcuni rivisitati in chiave moderna – sono ancora attuali e stupendi, da sfoggiare in ogni occasione.

Forse non tutti sanno, però, che molte acconciature afro sono definite anche “protettive”. Il loro scopo, infatti, è quello di proteggere i capelli dagli elementi naturali e da agenti aggressivi – vento, pioggia, sole e smog – evitando che perdano l’idratazione e che diventino crespi o che si spezzino. Per questo i capelli ricci afro spesso non vengono lasciati al naturale, ma raccolti in acconciature più o meno elaborate. Molte di queste pettinature hanno origini lontane nel tempo. Scopriamone alcune!

  1. Treccine. Le cosiddette box braid sono con tutta probabilità una delle acconciature afro più conosciute e diffuse nel mondo. Il termine “box” deriva dalla loro base quadrata, quindi leggermente diversa dalla classica treccia. Molto probabilmente derivanti dalle acconciature portate dalle donne della tribù Ovambo in Namibia secoli fa, a partire dagli anni ’90 le treccine afro sono ritornate in voga anche grazie a pop star come Janet Jackson. Oggi, le box braids possono dare vita a look anche molto colorati, grazie all’aggiunta di ciocche di capelli dalle tinte fluo.
  1. Twist braids. I capelli ricci afro vengono spesso raccolti in twist braids, ottenute prendendo due piccole ciocche, arrotolandole prima su se stesse e poi tra loro, e procedendo in questo modo su tutta la testa. Il risultato? Delle trecce “effetto corda” di sicuro impatto.
  2. Nattes. Definite anche cornrow braids, queste trecce particolari, “attaccate alla testa”, hanno origini lontanissime – sembra che le prime testimonianze risalgano addirittura a circa 5000 anni fa – e vengono realizzate intrecciando i capelli in file aderenti al cuoio capelluto.
  3. Nodi Bantu. Questa pettinatura è legata alla cultura della civiltà bantu, insieme di tribù situate nell’Africa subsahariana. I nodi bantu sono una delle acconciature afro più particolari, recentemente riprese da star del calibro di Rihanna. Ma come si fanno? Questo hairstyle decisamente originale si ottiene suddividendo la capigliatura in sezioni quadrate o della forma che si preferisce e arrotolando su se stessi capelli di ogni singola sezione, fino a formare una serie di nodi o piccoli gomitoli. Le punte dei capelli vengono poi fissate alla base dei nodi grazie a prodotti per lo styling o a elastici.
  4. Dreadlocks. Questa acconciatura è ormai associata alla cultura giamaicana, al rastafarianesimo e alla capigliatura di Bob Marley e viene realizzata annodando tra loro ciocche di capelli che poi non possono più essere sciolte. Una versione meno drastica di questa pettinatura è rappresentata dai cosiddetti faux dreadlocks, ossia dei “falsi dread” che si possono sciogliere dopo pochi giorni. Si ottengono di solito raccogliendo la chioma in piccole treccine e arrotolando attorno ad ognuna di esse una ciocca di capelli naturali o finti.

Quelle che abbiamo descritto sono alcune delle acconciature afro più belle che vengono adottate per proteggere i capelli ricci e ribelli, donandogli al contempo, un look ordinato e raffinato. Come abbiamo già detto, infatti, i capelli afro sono particolarmente fragili e tendenti al crespo, per questo, prima di scegliere una delle pettinature protettive appena descritte, è bene prepararli e nutrirli con prodotti specifici.

Per donare morbidezza e forza ai capelli ricci, la Ricerca Giuliani ha ideato Bioscalin® Physiogenina Balsamo Fortificante: prodotto in crema senza parabeni che, grazie all’azione di sostanze idratanti e agenti filmogeni, idrata la fibra capillare e la protegge dall’aggressione da parte di agenti esterni. La presenza della Physiogenina, formula innovativa messa a punto dalla Ricerca Anticaduta Giuliani, restituisce inoltre benessere e forza al capello. Il risultato è una chioma più morbida, docile e resistente, pronta per essere raccolta in una delle vostre acconciature afro preferite!

26 Luglio 2018 Categories: Vivi le tue passioni
share TWEET PIN IT SHARE share share

Entra nella nostra community per ricevere
offerte e consigli per prenderti cura dei tuoi capelli!