Quanto spesso bisogna lavare i capelli per non danneggiarli?

È una domanda che si pongono tutti quanti, e anche piuttosto spesso: ogni quanto vanno lavati i capelli? Qual è il giusto compromesso tra avere capelli perfettamente puliti ogni giorno e avere invece capelli sani e forti? In questo articolo cercheremo di dare la migliore e più esauriente delle risposte a questa domanda, anche se dobbiamo anticipare fin da subito che in realtà non esiste un’unica verità: capelli diversi, infatti, hanno bisogno di ritmi differenti per il lavaggio.

I fattori da tenere in considerazione sono tantissimi. Una persona che fa sport regolarmente, per esempio, tenderà a dover lavare più spesso i propri capelli a causa del sudore. Ma non solo l’attività fisica può portare a un abbreviamento dei tempi tra uno shampoo e l’altro: anche il vizio del fumo, infatti, può portare i capelli a sporcarsi più velocemente, e un discorso del tutto simile vale anche per l’ambiente cittadino. Vivere nel centro di una metropoli inquinata, infatti, mette a dura prova la pulizia delle nostre chiome, laddove invece le aree caratterizzate da un’aria più pulita consentono di allungare più facilmente gli intervalli tra un lavaggio e l’altro.

Non sono però solamente i nostri comportamenti e gli ambienti esterni a condizionare il ritmo degli shampoo: anche la natura stessa dei capelli ha un suo ruolo importante nel definire il tempo che può passare tra un lavaggio e un altro. In ogni caso, però, è d’obbligo tenere presente che l’odiato sebo, in realtà, non è un nemico, e che quindi non va assolutamente eliminato o combattuto. Al massimo va ‘gestito’ in modo efficace: è vero che, a causa della produzione di questa sostanza, i capelli assorbono più facilmente la sporcizia, ma è altrettanto vero che il sebo è indispensabile sia per la protezione, sia per la lubrificazione del cuoio capelluto e dei capelli. È dunque necessario effettuare lavaggi periodici per eliminare il sebo in eccesso, ma non bisogna esagerare, per non rischiare di rompere l’equilibrio idrolipidico fondamentale per la salute e il benessere dei capelli.

Capelli lisci: ogni quanto lavarli?

In caso di capelli lisci, in media, i lavaggi si fanno frequenti, anche tre o persino quattro volte alla settimana. Nei capelli lisci, infatti, il sebo in eccesso finisce molto presto per scivolare verso le lunghezze, anche per via della spazzola, dando così ben presto l’idea di ‘sporco’ che si vuole cancellare il più presto possibile con lavaggi frequenti. Va inoltre sottolineato che, a differenza dei capelli ricci, quelli lisci tendono ad ‘appoggiarsi’ sulla pelle, finendo così per attrarre ulteriore sporco. Ne consegue che chi porta i capelli lisci deve rassegnarsi a lavaggi piuttosto frequenti, avendo l’accortezza di scegliere solo e unicamente prodotti testati e di qualità, così da non danneggiare i capelli.

Capelli ricci: con quanta frequenza lavarli?

Il discorso è diverso per i capelli ricci: in questo caso i lavaggi possono diminuire, arrivando talvolta anche a soli 2 lavaggi alla settimana. Prima di tutto, infatti, va sottolineato che i ricci permettono ai capelli di stare per lo più lontani dalla cute, così da ridurre il contatto con il sebo. D’altro canto, però, i capelli ricci hanno la tendenza a diventare crespi, e per questo i lavaggi non devono essere troppo rari, e soprattutto devono essere fatti con prodotti delicati e mirati.

Capelli grassi o secchi? Come prendersene cura con il lavaggio

Al di là della differenziazione tra capelli lisci e ricci, c’è poi l’ulteriore discriminante tra capelli grassi e capelli secchi, ed è qui che in molti casi si gioca la partita cruciale.

I capelli grassi, infatti, richiedono lavaggi frequenti, ma esagerare potrebbe portare ad effetti del tutto controproducenti. Lavare troppo spesso i capelli in questo caso potrebbe portare al temuto effetto “rebound”, che porta le ghiandole a produrre ancora più sebo, intraprendendo così un circolo vizioso. Anche chi ha i capelli grassi, dunque, deve limitare il ritmo dei lavaggi a giorni alterni e, quando possibile, lasciar correre 2 giorni tra uno shampoo e l’altro, utilizzando ovviamente dei prodotti mirati per questo tipo di capelli.

I capelli secchi, invece, richiedono meno lavaggi. D’altro canto, però, queste chiome necessitano di essere nutrite e idratate con prodotti specifici, così da restituire loro vita ed energia.

Come anticipato, dunque, non esiste una risposta valida per tutte le situazioni: ognuno, in base al proprio stile di vita e ai propri capelli, deve sforzarsi di trovare una routine da seguire per i propri capelli, cercando di evitare l’uso dello shampoo sei o perfino sette giorni su sette, e utilizzando in ogni caso prodotti di qualità.

22 febbraio 2018 Categories: Nutri le tue passioni
share TWEET PIN IT SHARE share share

Entra nella nostra community per ricevere
offerte e consigli per prenderti cura dei tuoi capelli!